ULTRA. Il Festival che Non C’è. Dal 18 al 25 settembre, a Firenze

17 settembre 2010 alle 7:09 am | Pubblicato su ultra | Lascia un commento
Tag: , , , , , , , ,

[È stato reso noto il programma “salvato” di ULTRA. Festival della letteratura, in effetti Firenze 2010 – il programma è scaricabile qui – Pubblichiamo l’esergo al programma del direttore artistico]

Un festival letterario, un festival con nuovi autori, incontri tra prosa, poesia, drammaturgia, performance, cantautori, musica, ospiti internazionali, manca da sempre a Firenze.

Mancherà anche nel 2010, nonostante che un comitato di scrittori trentenni, riconosciuti a livello nazionale, avesse proposto il suo progetto: appunto quello di creare un festival letterario fiorentino stabile, che si distinguesse dal mercato dei Festival-Fiere per produttività, creatività, resa scenica, interdisciplinarità e, soprattutto, la presenza di molti autori, scrittori, poeti, drammaturghi dai noti ai meno noti, chiamati dalle file del cosiddetto “underground” fino alla prima fila degli scaffali delle novità. Autori produttori di senso, Under 40 ma anche Over 70, civilmente impegnati a rivedere il nostro linguaggio, il linguaggio del 2010 e di quella nostra classica tradizione sbiadita. Un festival, quello che manca da tempo a Firenze e che mancherà anche quest’anno, che tasti il polso reale della letteratura italiana, al di là della facciata e delle ultime mode sotto il sole: quindi un festival interattivo e corporeo, che naviga sulle reti delle prestigiose riviste italiane online e, allo stesso tempo, che fa incontrare, stringere e dialogare gli artisti in un’isola, una comunità produttiva. Un festival di residenze, quindi. Che, alla fine del suo percorso, possa regalare uno sguardo nuovo sulle strade e le atmosfera della città, in un libro-mappa.

La comunità ospitale”, avrebbe dovuto sottotitolarsi il festival ULTRA 2010, nato nel 2009 coi migliori propositi e le più importanti attenzioni di stampa e operatori, cofinanziato per il 2010 dal Comune di Firenze/Firenze Estate, ma impossibilitato, per mancanza di altri fondi e contributi del pubblico e del privato, a realizzarsi, nella sua forma estesa quest’anno. A realizzare i suoi 10 giorni di oltre 40 ospiti, meeting di riviste e fanzine, residenze artistiche, concerti, presentazioni, workshop. Molti gli ospiti ai quali abbiamo dovuto dare un arrivederci amaro, e che, anche in quest’occasione, ringraziamo per la grande solidarietà. Solidarietà e stima, nei confronti di questa scommessa, oggi dichiarata come persa.

Costretti a morire (forse non definitivamente) sul nascere, e considerata la penosa situazione della cultura italiana, e dei fondi sempre più esigui ad essa riservati, vogliamo però conservare qualche speranza, qualche incontro di rilievo, tratto dal nostro programma. Ecco quindi, cosa ne è rimasto, della nostra isola, del nostro festival annullato. Ma, di noi, autori, scrittori, organizzatori trentenni, della nostra progettualità sul territorio, cosa ne rimarrà, se nemmeno le piccole isole sono più possibili? Della Comunità Ospitale, c’è rimasto solo l’Ospitale.

(Alessandro Raveggi, direttore artistico di ULTRA-Festival 2009-2010)

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: